I pneumatici invernali esistono per far fronte alle condizioni climatiche tipicamente invernali: asfalto freddo, pioggia, lievi o forti nevicate, ghiaccio. Grazie all'utilizzo di materiali appositamente studiati per affrontare le basse temperature (sotto i 7°), questi pneumatici garantiscono i massimi livelli di sicurezza e prestazioni durante i mesi invernali.

Al contrario, i pneumatici estivi sono realizzati con materiali studiati per offrire le migliori prestazioni a temperature più alte (sopra i 7°). Per questo motivo, l'utilizzo di pneumatici estivi in inverno porta ad un'usura maggiore, consumi di carburante più elevati e soprattutto prestazioni non ideali, specialmente in frenata.

Oltre a queste due categorie, esistono anche i cosiddetti pneumatici "4 stagioni", studiati per rispondere alle specifiche esigenze di alcuni automobilisti le cui abitudini possono consentire loro di dotarsi di un unico treno di gomme per tutto l'anno.

tra 0 e 10.000 km
tra 10.000 e 20.000 km
più di 20.000 km
tra lo 0% e il 30%
tra il 30% e il 60%
oltre il 60%
city car (es. Fiat 500) / media (es. Golf)
berlina (es. BMW Serie 3) / lusso (es. Mercedes Classe E)
SUV (es. Qashqai o Peugeot 2008)